“COLLABORARE SÍ, TAPPARSI GLI OCCHI NO:

“COLLABORARE SÍ, TAPPARSI GLI OCCHI NO:

17.12.2019 – Comunicato Stampa

IL CENTRO SINISTRA PERSEGUE GLI INTERESSI DEI CITTADINI E DELLA CITTÁ DI PORTOGRUARO”

“Non è nuovo in politica l’invito ad essere sereni, esortazione oramai diventata  famosa per tutti come il suo esatto contrario, cioè un invito a , bensì ad aspettarsi il peggio. – afferma il Segretario del PD di Portogruaro e Consigliere Comunale, Roberto Zanin.

Il PD ed il gruppo consiliare hanno sempre avuto un atteggiamento costruttivo e istituzionalmente corretto. Ricordo il suggerimento concreto e preciso ad utilizzare il bando periferie per la Perfosfati, che ha fatto ottenere un contributo di 5 milioni di euro al Comune di Portogruaro. Il sindaco per questo ha ringraziato il centro sinistra, attestando così di fatto un comportamento collaborativo. Inoltre, abbiamo presentato pubblicamente proposte e idee per un utilizzo dell’area Perfosfati; abbiamo presentato proposte precise per nuovi interventi pubblici a favore del centro storico; abbiamo presentato decine e decine di osservazioni al programma opere pubbliche. Proposte che l’amministrazione non ha accolto ufficialmente, repingendole dapprima in sede di bilancio ma poi facendole proprie nel programma opere pubbliche successivo. Anche nell’ultimo programma opere pubbliche abbiamo suggerito all’amministrazione di verificare gli aspetti inerenti allo studio di fattibilità della piscina. Naturalmente tali suggerimenti non sono stati raccolti. Più collaborazione di così!?!

Tuttavia collaborare non significa chiudere gli occhi su ritardi, incapacità ed incoerenze che questa Amministrazione ha accumulato in questi anni, soprattutto in materia di opere pubbliche – dalla rotonda di San Giovanni alla mancanza di interventi seri in materia di messa in sicurezza di incroci pericolosi, ai ritardi sulla piscina e così via. 

Sulla piscina l’amministrazione non giustifica affatto le continue modifiche nelle scelte progettuali e quindi i ritardi. Agli atti esistono indicazioni e precisi suggerimenti per attivare subito gli interventi di ristrutturazione che risultavano non dilazionabili, compresi quelli della copertura della piscina. Però, in un comunicato stampa “a dir poco nervoso”, oggi l’Amministrazione comunica solo le fasi decisionali dei procedimenti tecnico-amministrativi, un iter che fa emergere ancora di più le contraddizioni e l’incapacità di guardare alle priorità per i servizi ai cittadini. 

Possiamo capire il nervosismo della maggioranza di trovarsi ora in una situazione di attesa e di ritardo non giustificabile, ma una cosa è certa: le responsabilità e le scelte sono di chi governa. Se poi chi governa non informa, non ascolta, non condivide le scelte su progetti e su opere essenziali per la città, con rispetto ed umiltà, dovrebbe ammettere inefficienze e manchevolezze.

Sul tema della piscina come gruppo consiliare stiamo richiedendo la convocazione della commissione consiliare e successivamente convocheremo una conferenza stampa per dare una doverosa informazione sul tema alla cittadinanza.”

Lascia un commento